venerdì 21 aprile 2017

NOBOT High-Speed Motion-Control


NOB è un team creativo - tecnico, nato con l'intento di indagare i possibili usi delle tecnologie di progettazione e produzione digitale, nell'applicazione ad ambiti innovativi di fabbricazione robotica.
Mediante l'utilizzo di robot antropomorfi progettati per la produzione industriale e un software cinematografico di gestione del movimento robot (sviluppato in casa), NOB ha creato una piattaforma hardware - software che offre la possibilità di realizzare riprese video molto particolari sia dal punto di vista della qualità e velocità del movimento camera; sia dal punto di vista della ripetibilità (il termine tecnico è motion-control).
NOBOT è il robot realizzato da NOB, i cui campi di applicazione sono svariati.
L’alta capacità del braccio di arrivare a velocità molto elevate e la sua spiccata precisione (siamo nell'ordine di 0,05mm), unita all'utilizzo di cineprese capaci di arrivare a framerate molto alte (high-speed motion-control), rendono NOBOT utilissimo  nel campo pubblicitario (es. tabletop, food, still-life, ecc…).
Un'altra applicazione del motion-control è il campo dei VFX cinematografici: data la sua elevata precisione, il NOBOT è infatti capace di replicare perfettamente uno stesso movimento infinite volte. Questo apre la possibilità di lavorare sul video e di creare effetti speciali mediante riprese su green screen.
Giovanni Bottisio

giovedì 30 marzo 2017

lunedì 13 marzo 2017

Tratti d’Artista. Un fotografo per 13 artisti



Da circa venticinque anni seguo l’artista, che ora è anche amico, Johannes Pfeiffer, documentando le sue installazioni e la sue mostre.  

Durante l’inaugurazione di una di queste nell’autunno del 2013 nella zona di Ulm nel BadenWürttemberg, erano presenti molti artisti locali, di cui conoscevo da tempo i lavori e gli studi e mi è venuta voglia di fotografarli e magari di pensare ad un progetto specifico per loro. Ne parlai con Pfeiffer e con  il critico e curatore Martin Mäntele, a cui l’idea piacque subito.

domenica 5 marzo 2017

L’Italia di Magnum. Da Henri Cartier-Bresson a Paolo Pellegrin

Venice. Italy. 1989 © Martin Parr/Magnum Photos
CAMERA inaugura, il prossimo 3 marzo, la mostra L’Italia di Magnum. Da Henri Cartier-Bresson a Paolo Pellegrin, un omaggio a Magnum Photos, la più storica e autorevole agenzia fotografica del mondo – e partner istituzionale di Camera – in occasione del 70° anniversario dalla sua fondazione.

lunedì 20 febbraio 2017

QUADRI-FOTO



Una proposta di Dario Egidi e Paola Emanuel per uno scatto di gruppo.
Per ricordo?
Per gioco?
Per ri-conoscersi in un’identità condivisa?
Per celebrare relazioni importanti?
"L'immagine preferita tra i molteplici istanti selezionati potrà
diventare un vero e proprio QUADRO-FOTO."

sabato 18 febbraio 2017

Cosplayers, una personale di Davide De Martis da Phos


Phos, Centro Polifunzionale per la Fotografia e le Arti Visive, presenta una mostra personale di Davide De Martis.
La domanda “Perché c’è la necessità di non essere ciò che siamo, o di essere ciò che non siamo?” è il filo rosso che lega le opere di Davide De Martis, soprattutto in questo lavoro dove maschera e costume sono per eccellenza veicoli di trasformazione e occultamento della propria identità.
Il buio è compagno fedele del fotografo: buio come strumento stilistico e simbolico che tanto cela, quanto svela i contorni sfuocati di un fenomeno presente che l’autore cerca di testimoniare, di fissare. E’ un percorso di introspezione personale, tanto dell’autore quanto dei soggetti ritratti, attraverso il quale De Martis testimonia un presente che già sta cambiando ma che ci invita, oggi e in futuro, ad interrogarci sulla genuinità personale dello scegliere la propria identità, e sul valore che diamo non solo a ciò che siamo ma anche a ciò che decidiamo di essere.

venerdì 10 febbraio 2017

Around Ai Weiwei Photographs 1983 – 2016

A cura di Davide Quadrio
La mostra Around Ai Weiwei. Photographs 1983-2016 mette in evidenza i diversi momenti del percorso artistico di Ai Weiwei – figura provocatoria e controversa – indagando non solo la sua poetica artistica dagli esordi fino ai giorni nostri ma anche il suo ruolo nel dibattito culturale, sociale e politico, cinese e internazionale. La mostra esplora la genesi di Ai Weiwei come personaggio pubblico e come icona del mondo asiatico, oltre a stimolare una riflessione sul modo in cui l’ambiente contemporaneo lo abbia trasformato, piuttosto che interrogarsi su “chi” Ai Weiwei sia diventato.

martedì 7 febbraio 2017

EXODOS


Fornire un punto di vista sulla crisi dei migranti con un reportage collettivo e raccontarne il “volto umano” partendo dalle persone, dagli sguardi e dalle storie, valorizzando quanto costruito in questi anni nei territori del Piemonte sul tema dell'accoglienza e dell'integrazione è l'obiettivo della mostra "Exodos. Rotte migratorie, storie di persone, arrivi, inclusione", che si può visitare fino al 24 febbraio nella Sala mostre del palazzo della Regione, in piazza Castello 165 a Torino, piano terra (ingresso libero, dalle ore 10 alle 18).

lunedì 2 novembre 2015

CONCORSO 2015 "Avanzi"

IL BANDO

E’ stata indetta quinta edizione del Concorso Grafico, Fotografico e Video organizzato da “Gli amici di Luca e Guido” dell’ Associazione FOTOGRAFIA, in collaborazione con l’I.I.S Bodoni-Paravia e l'I.P.S Albe Steiner e con il patrocinio della Città di Torino e della Regione Piemonte.
Il tema del concorso è Avanzi, inteso come ciò che avanza, di qualsiasi cosa, un oggetto, un essere vivente, un pranzo, un evento, una società o anche di un concetto.

Concorso grafico
Il concorso grafico è finalizzato a creare l’ immagine coordinata che accompagnerà tutti gli eventi legati al concorso stesso, l’ autore vincitore del premio avrà l’opportunità di effettuare uno stage presso un’ azienda del settore grafico.
Le proposte devono essere presentate su supporto rigido (cartoncino nero ad esempio) in formato A4. Devono essere compatibili con i tre prodotti grafici, manifesto, locandina e totem che verranno realizzati.
  • Manifesto: formato 70X100. Utilizzare immagini a 300 dpi - Illustrator o in design - quadricromia - abbondaggio 1 cm per lato - generare pdf con font convertite in tracciati.
  • Locandina: formato A4 (21x29,7). Utilizzare immagini a 300 dpi -Illustrator o in design - quadricromia - abbondaggio 0,5 cm per lato - generare pdf con font convertite in tracciati - solo fronte.
  • Totem con relativa fustella per allestimento: la preparazione può essere fatta in una seconda fase dopo aggiudicazione del vincitore.
  • Devono essere presenti i loghi delle scuole, il logo dell’Associazione FOTOGRAFIA e dell’Associazione degli Amici di Luca e Guido.
Il termine di consegna dei progetti è il 27 marzo 2015.

giovedì 9 luglio 2015

GIARDINO D'ESTATE

Quest' estate FOTOGRAFIA sarà presente a Ferrara al GIARDINO D'ESTATE con la sua fotografa Ippolita Franciosi che impegnerà i bambini partecipanti al festival tra il 19 e il 23 luglio con il laboratorio di fotografia "Occhio alla musica" per  insegnare la fotografia di scena e di spettacolo. Si tratterà di 5 incontri di 2 ore ciascuno dove Ippolita insegnerà la tecnica fotografica e l'inquadratura, con lezioni pratiche e teoriche.
Nei giorni del Festival viene proposta, grazie alla collaborazione con Binario 01, la mostra fotografica "Gratta il cielo e scopri il mondo", creata insieme ai bambini del Grattacielo.  La mostra, che si trova presso il bar del dopolavoro ferroviario (nel piazzale della Stazione),  è visitabile tutti i giorni dalle 11 alle 18 e osserva la chiusura nella giornata di domenica.

domenica 7 giugno 2015

PINKSIE the WHALE


Nel mese di marzo di quest' anno il fotografo Dario Egidi tramite l'associazione culturale FOTOGRAFIA ha documentato i laboratori di Pinksie, la balena rosa che nel mondo insegna ai bambini il valore della diversità attraverso l'arte e la loro creatività.
Un lavoro fotograficamente impegnativo, 796 bambini di 4 scuole con più di 20 laboratori, un' immersione totale nella freschezza e nella creatività dei bambini e degli artisti che hanno partecipato. vedi la galleria
Le opere realizzate dai piccoli e quelle donate dagli artisti il 9 di giugno saranno messe all' asta da Christie's, presso la fondazione Paideia, il ricavato sarà devoluto alle scuole che hanno partecipato al progetto e ai bambini in difficoltà.

martedì 2 giugno 2015

Fotografi per "Patchworks The face of freedom is female"

Mercoledì 3 giugno alle ore 18,00 presso l’Hotel Europa - corso della Giovecca 49,  Ferrara – è stata organizzata dall’Associazione Fotografia una vendita di beneficenza delle fotografie donate da più di 70 artisti italiani (tra cui Marzia Migliora) per sostenere ed incrementare il progetto Patchworks. The Face of freedom is female. 
 Questo progetto, ideato e realizzato da Ippolita Franciosi e Letizia Rossi - due fotografe professioniste che da anni si occupano anche di problematiche sociali - è iniziato a Ottobre 2014 ed è basato sulla creazione di laboratori di fotografia nei centri di antiviolenza e anti tratta delle donne in Italia. Hanno già insegnato a circa 45 donne, partendo dall'idea che la fotografia sia uno stimolo potente a credere in se stesse, nelle loro capacità e nella loro creatività, nonché anche mezzo efficace per divulgare la problematica della violenza di genere.
Per sostenere i laboratori futuri, l'Associazione FOTOGRAFIA  ha organizzato questa raccolta  di immagini a tema libero, di fotografi e artisti , che verranno vendute ad un prezzo simbolico .
L’appuntamento del 3 giugno è un momento importante per sostenere in maniera fattiva questa iniziativa e, nel contempo, per portarsi a casa una immagine professionale ad un costo simbolico .
Le immagini rimarranno esposte nella vetrina dell’Hotel Europa fino al 20 giugno, con possibilità di acquisto.

Per maggiori informazioni: tel. 3491841099; e-mail: ippolitafranciosi@gmail.com; rossi.let@gmail.com

lunedì 19 gennaio 2015

Patchworks. Face of Freedom is Female


Stanno girando nelle città del nord Italia facendo laboratori di fotografia alle vittime della tratta e della violenza, per creare poi con questi pezzi di realtà un grande patchworks fatto di immagini dove le donne raccontano proprie visioni di se stesse e del mondo circostante.

venerdì 16 gennaio 2015

CONCORSO 2014 "ANIMAE ritratto d’artista"

La Mostra Fotografica

Si svolgerà dal 16 al 31 gennaio 2015 presso la libreria Feltrinelli di Porta Nuova, la mostra “Animae. Ritratti d’artista”, patrocinata dal Comune di Torino e dalla Regione Piemonte. La mostra è il risultato di un concorso fotografico, organizzato dall’Associazione Fotografia e dall’Associazione Gli amici di Luca e Guido, in collaborazione con l’Istituto Bodoni Paravia e l’Istituto Albe Steiner, dedicato ai futuri tecnici della comunicazione.
Al concorso hanno partecipato circa 150 allievi - divisi nelle categorie Foto realizzate con macchine tradizionali o digitali; Foto realizzate con SmartPhone e  Video.  I primi premi sono stati tre stage lavorativi presso la Satiz TMP, lo studio fotografico Più Luce e la casa di produzione Regola, voluti per accompagnare gli allievi ad una formazione completa e per ricordare i due fotografi in modo utile e non retorico.

venerdì 19 dicembre 2014

MARCO POLO

La Via della Seta nelle fotografie di Michael Yamashita


MAO Museo d'Arte Orientale TORINO
19 DICEMBRE 2014 - 12 APRILE 2015

Armato di quattro macchine fotografiche, di una dozzina di obiettivi, di un migliaio di rullini e di una traduzione commentata del Milione, mi misi alla ricerca di Marco Polo, spesso in compagnia di Mark Edwards, giornalista dello staff di National Geographic, che ha scritto la storia del nostro viaggio.
Michael Yamashita

Il MAO in collaborazione con National Geographic Italia inaugura un nuovo grande spazio espositivo con una mostra fotografica dedicata a Marco Polo di Michael Yamashita, tra gli autori di punta di National Geographic.

76 immagini di grande formato, realizzate in quattro anni, raccontano l’epico viaggio che portò Marco Polo alla scoperta del lontano Oriente, un viaggio che Yamashita ha voluto ripercorrere per celebrare l’impresa del grande viaggiatore.

giovedì 16 ottobre 2014

TERRE DI TANARO a Torino

Comunicato stampa

Si inaugurerà giovedì 16 ottobre alle ore 18.00, presso la Sala Mostre Regione Piemonte, 1° Piano, in piazza Castello 165 a Torino, la mostra fotografica Terre di Tanaro di Dario Egidi, realizzata con il Patrocinio e la collaborazione della Regione Piemonte e dell’Associazione Culturale Fotografia, che presenta alcune delle immagini che illustrano il libro Il Tanaro. Paesaggi, storie e tradizioni, scritto da Mauro Pedron.
Il libro, pubblicato dalla casa editrice Primalpe, esplora il percorso del Tanaro dalle Alpi Marittime fino alla confluenza con il Po, documentando nello specifico i paesaggi, le storie e le tradizioni del territorio sul quale scorre il fiume, sia attraverso la lettura facile e coinvolgente del testo, sia attraverso le immagini fotografiche.
Il testo nasce dalla passione e dalla professionalità di Mauro Pedron, giornalista esperto di promozione turistica e di marketing territoriale, che conta su oltre quindici anni di collaborazione con le principali testate del settore eno-gastronomico e turistico. L’autore si dedica anche alle tematiche relative alla cultura popolare, alle tradizioni e all’identità delle piccole comunità.
Parallelamente alla pubblicazione del libro, il fotografo Dario Egidi ha pensato di illustrare tutto il percorso del fiume in maniera da presentare il libro, ricco di idee e di suggerimenti, corredato dalle immagini che restituiscono immediatamente al visitatore uno sguardo sui paesaggi che variano notevolmente dalla nascita del fiume nelle Alpi Liguri, alla sua immissione nel Po a breve distanza dal confine con la Lombardia.
La mostra, che è stata ospitata in numerose sedi pubbliche (Carrù, Magliano Alfieri, Novello, Nucetto, Rocca d’Arazzo, Rocchetta Tanaro, Ormea, Pollenzo, Asti ed Alessandria), termina a Torino, nella prestigiosa sede della Regione.

venerdì 18 luglio 2014

GRATTA IL CIELO E SCOPRI IL MONDO 2014

Raramente il mondo variegato dei migranti ha l'occasione di raccontare la propria visione della realtà in prima persona o esprimere la propria fantasia e creatività nello spazio pubblico della città. Inoltre gli stereotipi diffusi nel pensiero comune e rafforzati dai media aumentano l'invisibilità sociale delle popolazioni migranti, a cui troppo spesso si associano problemi di integrazione, marginalità e povertà: per questi motivi penso sia importante dare la possibilità ai bambini di queste realtà di raccontare il proprio vissuto, la propria storia, il proprio mondo.
Il progetto si articola, per il momento, in un corso di fotoreportage sviluppato in quattro incontri: scopo del corso è la costruzione di una storia per immagini sulla realtà del "grattacielo" di Ferrara.
Si tratta di un percorso formativo che comprende lezioni teoriche e pratiche di ripresa fotografica, tecniche di composizione e inquadratura, ma anche basi di tecnica di scatto, e che sfocerà in una mostra in concomitanza con il Festival di Internazionale a Ferrara nel mese di ottobre 2014.

martedì 20 maggio 2014

TERRE DI TANARO ad Alessandria


Dal 24 maggio al 7 giugno un libro e una mostra fotografica dedicati al Tanaro

Si inaugurerà sabato 24 maggio alle ore 17.00, presso la Caserma Beleno, all’interno della Cittadella di Alessandria, la mostra fotografica Terre di Tanaro di Dario Egidi, realizzata con il Patrocinio del Comune di Alessandria e la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Alessandria e dell’Associazione Culturale Fotografia, che presenta alcune delle immagini che illustrano il libro  Il Tanaro. Paesaggi, storie e tradizioni, scritto da Mauro Pedron, che verrà presentato sabato 7 giugno alle ore 17,00, ultimo giorno di programmazione.

Il libro, pubblicato dalla casa editrice Primalpe, esplora il percorso del Tanaro dalle Alpi Marittime fino alla confluenza con il Po, documentando nello specifico i paesaggi, le storie e le tradizioni del territorio sul quale scorre il fiume, sia attraverso la lettura facile e coinvolgente del testo, sia  attraverso  le immagini fotografiche. 

Il testo nasce dalla passione e dalla professionalità di Mauro Pedron, giornalista esperto di promozione turistica e di marketing territoriale, che conta su oltre quindici anni di collaborazione con le principali testate del settore eno-gastronomico e turistico. L’autore si dedica anche alle tematiche relative alla cultura popolare, alle tradizioni e all’identità delle piccole comunità.

martedì 13 maggio 2014

LIBRO SULLA FONDAZIONE

Lunedì 19 maggio alle ore 18.00
Circolo dei Lettori - Sala della Musica
Via Bogino 9 – Torino
presentazione del libro di Daniela Trunfio
FONDAZIONE ITALIANA PER LA FOTOGRAFIA 1982-2006
L’avventura di una passione


Un libro documento sull’avventura culturale della Fondazione Italiana per la Fotografia.
La cronaca delle attività, il piacere personale di incontri importanti, per lasciare una traccia esaustiva di quella che è stata una delle realtà più forti e interessanti nel panorama della vita culturale torinese e non solo.



venerdì 25 aprile 2014

Mostra fotografica INFANZIA RUBATA

A Torino presso il Collegio Artigianelli, c.so Palestro 14, in Galleria Palestro,  dal 30 aprile al 18 maggio 2014 (inaugurazione ore 11,00) sarà possibile visitare la mostra fotografica a cura di Fondazione Colonnetti:


I bambini di Lewis Hine



Sabato 5 ottobre prossimo, a Chivasso, nella sede di Palazzo Einaudi, sarà inaugurata la mostra: Infanzia Rubata. Lewis Hine, leimmagini che turbarono l’America. La mostra è stata fortemente voluta e autoprodotta da Rodolfo Suppo, titolare dello studio Fuocofisso di Torino, coadiuvato da Carmen Di Vuolo, progettista del catalogo.Le fotografie si riferiscono all’arco di tempo compreso tra il 1908 e il 1918, quando, su incarico del National Child Labor Committee di New York, Hine percorre in lungo e in largo ventotto Stati americani per testimoniare e denunciare davanti all’opinione pubblica del suo Paese la drammatica condizione del lavoro minorile nelle fabbriche, nelle città, nelle campagne, nei porti, nelle miniere e nelle abitazioni domestiche. In questi ultimi anni l’attenzione verso questo grande autore americano, ingiustamente relegato nell’oblio fino alla soglia degli anni ‘80 del Novecento, è cresciuta in maniera continua. Parigi, New York, Rotterdam, Milano, Madrid, Wintherturp, Bratislava, per citare solo alcuni significativi esempi, hanno organizzato mostre su di lui, offrendo una panoramica complessiva di tutta la sua attività fotografica.

mercoledì 9 aprile 2014

TERRE DI TANARO ad Asti

Dal 15 al 30 aprile 2014
un libro e una mostra fotografica dedicati al Tanaro


locandina

Si svolgerà 15 al 30 aprile, presso il Palazzo Comunale di Piazza San Secondo ad Asti, la mostra fotografica Terre di Tanaro di Dario Egidi, realizzata con il Patrocinio del Comune di Asti e la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Asti e dell’Associazione Culturale Fotografia, che presenta alcune delle immagini che illustrano il libro Il Tanaro. Paesaggi, storie e tradizioni, scritto da Mauro Pedron, che verrà presentato durante l’inaugurazione, martedì 15 aprile alle ore 17,30. Il libro, pubblicato dalla casa editrice Primalpe, esplora il percorso del Tanaro dalle Alpi Marittime fino alla confluenza con il Po, documentando nello specifico i paesaggi, le storie e le tradizioni del territorio sul quale scorre il fiume, sia attraverso la lettura facile e coinvolgente del testo, sia  attraverso  le immagini fotografiche.

mercoledì 2 aprile 2014

CONCORSO BODONI/PARAVIA e ALBE STEINER

CONCORSO FOTOGRAFICO PER STUDENTI DEGLI ISTITUTI BODONI/PARAVIA ED ALBE STEINER DI TORINO

Il concorso nasce dalla volontà di ricordare Gian Luca Quaglia e Guido Redoano - due “bodoniani” scomparsi improvvisamente rispettivamente nel 2010 e nel 2012 – nel campo della fotografia torinese, ed in modo particolare tra i ragazzi che studiano nelle aule dove loro stessi hanno appreso (Gian Luca) e insegnato (Guido) i primi rudimenti di quelle materie che li avevano portati a diventare ottimi professionisti.

Nel 2011 un gruppo di ex studenti del Bodoni (inizialmente il concorso era dedicato solo agli studenti del Bodoni), che si sono chiamati “Amici di Luca” hanno dato vita alla prima edizione del concorso, che aveva come tema: La passione, vedere comunicare trasmettere. La collaborazione dell’Istituto e l'entusiasmo con la quale è stata accolta dagli studenti l’idea del concorso ha permesso di trasformare in un appuntamento annuale una semplice iniziativa di amici. Nel 2012 il concorso, sempre rivolto esclusivamente agli studenti del Bodoni- Paravia, ha puntato su un tema più specifico e, accanto alla fotografia, è stata aggiunta la sezione video, in modo da stimolare gli studenti anche su questo mezzo di comunicazione.

martedì 1 aprile 2014

Nasce a Torino CAMERA

31 marzo 2014
Nasce a Torino CAMERA, Centro Italiano per la Fotografia
di di Silvia Anna Barrilà

Dopo la chiusura di FORMA a Milano, Torino aspira a diventare il nuovo centro per la fotografia in Italia. È stato presentato oggi, 31 marzo, CAMERA Centro Italiano per la Fotografia che inizierà le sue attività a Torino ad aprile 2015. ArtEconomy24 ha intervistato la direttrice del progetto e direttrice di Magnum Photos Lorenza Bravetta.
Come nasce il progetto di CAMERA? 
Il progetto nasce dalla volontà di dotare l'Italia di un Centro dedicato alla fotografia, in grado di interagire con i principali musei del mondo che di fotografia si occupano e di valorizzare e promuovere la fotografia italiana in un dialogo permanente e creativo con la fotografia internazionale.

giovedì 20 marzo 2014

OCCHIALI IN PIAZZA VITTORIO

Buddy e MuchAdo ci offrono di organizzare e di documentare l' arrivo con foto e video di occhiali giganti in Piazza Vittorio, per un' evento organizzato in simultanea in tutta Italia per Assicurazioni Generali.

lunedì 17 marzo 2014

NASCE FOTOGRAFIA

A marzo 2014 è nata FOTOGRAFIA, un’associazione culturale dedicata ai fotografi ed al loro mondo. 
FOTOGRAFIA vuole essere una nuova opportunità per lavorare, parlare, mostrare, discutere, presentare, chiacchierare, scattare, fare, ma soprattutto per pensare alla FOTOGRAFIA.

Una "camera chiara" dove i fotografi, ma non solo, condividono passioni, esperienze, attrezzature, progetti, opinioni ma soprattutto FOTOGRAFIA.

Uno spazio culturale dove il lavoro fotografico non è solo una professione, un mestiere, una prestazione, ma diventa FOTOGRAFIA.

sabato 1 marzo 2014

GETTY la dà gratis

Appare un po' ovunque in questi giorni che Getty darà la possibilità di scaricare le sue immagini gratuitamente purchè non siano usati per scopi commerciali.
Nessuno dice in realtà che gratis non sarà, ci sono interessi economici sotto di alto livello dove anche noi come contributori probabilmente prenderemo le nostre royalty su ogni visualizzazione in rete.

martedì 1 gennaio 2013

TERRE DI TANARO esposizione itinerante

Tipo: Esposizione Itinerante
Titolo: Terre di Tanaro
Descrizione: Fotografie di grande formato stampate su un supporto non fotografico. Non più immagini stampate e appese, magari incorniciate da un passepartout, come di consueto, ma impresse direttamente su un materiale plastificato che, pur conservando la stessa resa fotografica, permette una moderna ed innovativa fruizione dell’immagine stessa. Anche la stampa fotografica si adegua ai tempi.

Ed ecco dunque, nella ventina di pannelli montati su roll-up che costituiscono la mostra, il Tanaro, ripreso nel suo percorso che si snoda dalle Alpi Liguri - al confine tra Liguria e Piemonte - fino ad arrivare a pochi chilometri dal territorio lombardo. Il Tanaro è uno dei fiumi più importanti d’Italia, soprattutto per chi, nelle sue vicinanze, a fianco ai suoi argini e nelle sue valli, vive.

Dario Egidi ha cominciato a lavorare alle immagini sul Tanaro nel 2003. Nel 2012 la collaborazione con Mauro Pedron per la pubblicazione del libro Il Tanaro. Paesaggi, storie e tradizioni, ha portato ad integrare le foto già esistenti con altre che illustravano tutto il percorso del fiume. La selezione dei numerosi scatti che hanno permesso di facilitare e rendere ancora più interessante la lettura del libro, ha dato il via all’idea della mostra.

Dario Egidi propone dunque la sintesi di ciò che ha cercato di cogliere del fiume con la sua macchina fotografica: le simmetrie, i contrasti, la complementarietà dei colori, l’equilibrio delle forme, le geometrie che si sviluppano nel fluire dell’acqua e del suo percorso, restituendo all’osservatore la capacità di riordinare le informazioni visive come fonti di piacere sia per chi il Tanaro lo vive quotidianamente, sia per chi lo scopre poco a poco.